Casi di studio

22 giugno 2011 | Casi di studio, Lizardtech

LizardTech: la soluzione ai problemi di pubblicazione di documenti e immagini

MrSid prende un file JPEG compresso e lo comprime ulteriormente, permettono inoltre di navigare nell’immagine e zoomare senza perdite significative di qualità. Le fotografie possono essere convertite con la versione Photo Solo, con Photoshop versione 4.0 o superiore con il plug-in MrSid Photo per Photoshop, o attraverso MrSid Photo Workgroup per utenti multipli di grandi quantitaà di immagini per applicazioni, come cataloghi digitali per l’e-commerce.
DjVu Solo di LizardTech è un’altra interessante versione online di questo genere di software che permette di distribuire documenti estremamente compressi attraverso reti locali ed Internet, con tempi di scaricamento fino a 100 volte minori del formato PDF.

  Scarica PDF
22 giugno 2011 | Casi di studio, Lizardtech

Sanborn: MrSID per il Dipartimento dell’Agricoltura americano

Per aumentare la produzione di immagini MrSID per il progetto NAIP la Sanborn ha sfruttato il nuovo pacchetto di GeoExpress per i network di lavoro, che permette di gestire terabyte di immagini su più computer contemporaneamente. La flessibilità e la semplicità delle funzioni a linea di comando di GeoExpress hanno consentito alla Sanborn di risparmiare una grossa quantità di ore di lavoro dandogli la possibilità di creare script per la compressione, la conversione e la mosaicatura automatica di immagini grezze in MrSID.

  Scarica PDF
22 giugno 2011 | Casi di studio, Lizardtech

Oltre un milione e mezzo di inglesi esplorano il loro paese grazie a LizardTech

Utilizzando la tecnologia MrSID, il BNSC ha acquisito oltre 7GB (7000MB) di immagini della Gran Bretagna, comprimendole fino a soli 400MB – facendoli entrare senza problemi in un solo CD. Rendendo disponibili immagini satellitari assieme a giornali popolari come il London Sunday Times, tutti possono notare che le informazioni dallo spazio interessano anche loro, e sono anche utili. Non si sarebbe mai potuto raggiungere un risultato del genere senza usare tecnologie tanto innovative come quelle sviluppate dalla LizardTech.

  Scarica PDF
22 giugno 2011 | Casi di studio, Lizardtech

GeoExpress per Pinnacle Mapping Technologies

Pinnacle ha usato GeoExpress di Lizardtech per comprimere tutte le 70,000 tessere orto in file MrSID, con un rapporto di 20:1, per creare mosaici della contea a 50:1 per più di 1000 giurisdizioni, e quindi riproiettare i mosaici dal modello Indiana State Plane a coordinate in forma di Latitudine/Longitudine.
La capacità di compressione di GeoExpress ha permesso a Pinnacle di presentare l’intero stato dell’Indiana in ortofoto digitali ad alta risoluzione facilmente utilizzabili.

  Scarica PDF
22 giugno 2011 | Casi di studio, Lizardtech

Licenze floating GeoExpress per la città di Rockville

GeoExpress di Lizardtech ha reso il flusso di lavoro del processamento di immagini per la città di Rockville drasticamente più flessibile, e ha permesso di utilizzare in modo più efficiente le risorse di storage ottenendo una migliore visualizzazione online da parte degli utenti.
GeoExpress utilizza automaticamente la sua funzione di ottimizzazione che esegue un sottoinsieme di operazioni di compressione e manipolazione di immagini senza effettuare un re-encoding.

  Scarica PDF
22 giugno 2011 | Casi di studio, eCognition

L’automazione nell’analisi delle immagini passa per eCognition

Nell’articolo si parla della nascita di eCognition nel 2000 e dei princìpi alla base dell’elaborazione ad oggetti che hanno reso il software famoso in tutto il mondo.

  Scarica PDF
22 giugno 2011 | Casi di studio, eCognition

Segmentazione multirisoluzione e classificazione object oriented con eCognition

Il contributo illustra l’impostazione della strategia di classificazione objectoriented e le basi teoriche degli algoritmi di segmentazione multirisoluzione implementati nel software eCognition. Vengono presentate similitudini e differenze rispetto ai tradizionali approcci pixel oriented. Sono specifico oggetto del contributo i protocolli operativi per la calibrazione dei processi di classificazione object-oriented con particolare riferimento alle caratteristiche delle immagini telerilevate e dei sistemi di nomenclatura più comunemente utilizzati per applicazioni in ambito forestale ambientale.

  Scarica PDF
22 giugno 2011 | Casi di studio, eCognition

Identificazione di edifici e strade da immagini IKONOS e modelli di elevazione con eCognition

Immagini IKONOS e un modello digitale del terreno sono stati importati in eCognition per estrarre informazioni sulle aree antropizzate nella città di Tsukuba in Giappone.

  Scarica PDF
20 giugno 2011 | Casi di studio, eCognition

Integrazione di dati LiDAR e HRSC-A in eCognition

La Tecnica object-oriented è stata testata per due dataset molto diversi: dati di una camera fotografica aerea stereo ad alta risoluzione (HRSC-A) e dati di intensità LiDAR. L’uso della segmentazione multirisoluzione e della classificazione knowledge-based di eCognition ha mostrato risultati ottimi in entrambi i casi.

  Scarica PDF
20 giugno 2011 | Casi di studio, eCognition

Multiscale Segmentation with eCognition

L’approccio object-oriented di eCognition viene applicato a dati multispettrali e pancromatici per l’estrazione di feature in ambiente urbano e rurale.

  Scarica PDF
20 giugno 2011 | Casi di studio, eCognition

eCognition: Interfacing Remote Sensing and GIS

L’autore dimostra con diversi esempi applicativi come la classificazione basata sulla segmentazione è molto più affidabile e accurata di quella basata sui pixel, soprattutto per le immagini ad alta e altissima risoluzione, e nelle situazioni complesse, come gli ambienti urbani, i paesaggi variegati, il change detetection etc etc.

  Scarica PDF
20 giugno 2011 | Casi di studio, eCognition

eCognition per le foreste della Terra del Fuoco

Per monitorare i cambiamenti della copertura vegetale nella foresta temperata nella Terra del Fuoco, sono state classificate con il software eCognition immagini SPOT multispettrali del 1996 e foto aeree in bianco e nero scansionate del 1960. eCognition ha permesso di eseguire un “change detection” (rilevamento dei cambiamenti) rapido e accurato, che ha prodotto una mappa con le maggiori perdite di foresta degli ultimi 60 anni.

  Scarica PDF